Bionomia del paesaggio: L’ecologia del paesaggio by Vittorio Ingegnoli

By Vittorio Ingegnoli

L’ecologia del paesaggio biologico-integrata, o meglio “Bionomia del Paesaggio”, si propone come un atto di rifondazione della disciplina iniziato dall’Autore una dozzina di anni fa, con l’appoggio di Richard Forman, basato sul riconoscimento del paesaggio come specifico livello dell’organizzazione della vita sulla Terra. A scala territoriale, in un determinato ambito geografico, il “paesaggio” si definisce come “integrazione di un insieme di comunit? vegetali, animali ed umane e del loro sistema di ecosistemi naturali, seminaturali e antropico-culturali in una certa configurazione spaziale”, cio? come sistema iper-complesso che costituisce una entit? vivente: non un insieme incoerente, quindi, di aspetti e di tematiche separate (acqua, aria, suolo, specie, inquinamenti) tra cui si possano trovare delle interrelazioni! Ci? porta, inevitabilmente, notevoli cambiamenti nelle modalit? di valutare e gestire l’ambiente. Possiamo, infatti, riconoscere delle strutture e delle funzioni proprie di ogni paesaggio, ossia dei comportamenti peculiari che vanno oltre le classiche relazioni fra le componenti perch? dovuti a leggi sistemiche. Si pu? cos? parlare di uno “stato di salute” e di una serie di sindromi (o patologie) del paesaggio. Questo fatto ? assai rilevante, perch? si ? dimostrato che le alterazioni patologiche di un paesaggio, o di una sua parte, possono influire sulla salute umana, anche in assenza di inquinamenti! Prestiamo attenzione al fatto che si pu? intervenire sul territorio con le migliori intenzioni causando invece un danno! Ne consegue los angeles necessit? di studiare le “unit? di paesaggio” con un metodo “clinico-diagnostico” e di considerare gli ecologi come “medici” dei sistemi ecologici, cio? “ecoiatri”.

Show description

Read or Download Bionomia del paesaggio: L’ecologia del paesaggio biologico-integrata per la formazione di un «medico» dei sistemi ecologici PDF

Best italian books

The Resurrection of the Body: Pier Paolo Pasolini from Saint Paul to Sade

Italian novelist, poet, and filmmaker Pier Paolo Pasolini used to be brutally killed in Rome in 1975, a macabre finish to a occupation that regularly explored humanity’s ability for violence and cruelty. in addition to the secret of his murderer’s id, Pasolini left at the back of a arguable yet acclaimed oeuvre in addition to a last quartet of beguiling tasks that signaled a thorough swap in his aesthetics and consider of truth.

Extra resources for Bionomia del paesaggio: L’ecologia del paesaggio biologico-integrata per la formazione di un «medico» dei sistemi ecologici

Sample text

Il precursore più noto fu il biogeografo Karl Troll, tedesco, che ha dato fin dal 1939 il nome al nuovo ramo dell’ecologia chiamandolo espressamente Landschaftökologie. Fu solo dopo la metà del secolo scorso, però, che i primi autori sottolinearono la necessità di studiare i significati della distribuzione spaziale delle componenti ecologiche di un paesaggio. Di conseguenza, essendo un ramo disciplinare giovane, l’ecologia del paesaggio si presentava alla fine del secolo con almeno quattro tendenze principali, che si possono riassumere come: 1.

Più volte dibattuto il caso esemplare del Parco storico di Monza che conserva relitti forestali risalenti al Medioevo e che è stato progettato da un illustre paesaggista quale Luigi Canonica su incarico Imperiale nel 1805, e dove dal 1922 è stato costruito un grande autodromo, che ha rovinato il più grande polmone verde di Milano (Fig. 4). Il progressismo relativista e scientista, come pure il riduzionismo ontologico, sono fra le maggiori idolatrie e vale la pena di ricordare quanta influenza abbiano nell’ecologia, come vedremo.

Forse il più grande limite del metodo scientifico moderno dipende dal fatto che i principi adottati dalla scienza del moto (la meccanica), a partire da Galilei, seguito da Newton, Leibnitz e Laplace, divennero il modello di ogni forma possibile di scienza (secondo la scala gerarchica: matematica, fisica, chimica, biologia, psicologia e sociologia). Anche quelle che si occupavano di ambiti della realtà assolutamente dissimili, come i fenomeni vitali, dovettero adeguarsi. Il metodo, chiamato riduzionismo5, che consiste nel ridurre ogni fenomeno alla struttura più semplice sottostante, nella convinzione che la più semplice di tutte sia quella fisica, venne applicato a tutti i campi della scienza.

Download PDF sample

Rated 4.99 of 5 – based on 36 votes